»»Insieme, senza violenza, anche nelle situazioni di crisi.

Insieme, senza violenza, anche nelle situazioni di crisi.

È possibile convivere senza violenza. Soprattutto in questo periodo in cui la vita quotidiana delle famiglie si svolge quasi esclusivamente tra le quattro mura domestiche, per proteggere i nostri figli è importante non lasciare spazio alla violenza. C’è sempre un’alternativa alla violenza!

Proteggere l’infanzia ai tempi del coronavirus

Da metà marzo niente è più come prima. A causa della pandemia di coronavirus, la vita pubblica si è fermata e l’incertezza generale è aumentata. Da quando sono state chiuse le scuole, i bambini devono seguire il programma da casa. Anche i genitori lavorano a casa e cercano di conciliare in uno spazio limitato le esigenze immutate della professione e della famiglia. È venuta a mancare anche la possibilità di compensare lo stress con le attività organizzate del tempo libero. In poche parole, mentre la pressione sale, le famiglie sono abbandonate a se stesse, visto che gli aiuti esterni, la rete di sicurezza sociale e le possibilità di sgravi per la famiglia sono in gran parte spariti. Gli esperti sono concordi nell’affermare che la situazione attuale porterà a un aumento dei casi di violenza domestica e quindi a un numero maggiore di minori confrontati con la violenza.

 

Protezione dell’infanzia Svizzera lancia una nuova campagna di protezione dei bambini, suggerendo Quattro idee forti per tempi difficili. Leggi tutto su www.kinderschutz.ch

2020-05-06T16:24:31+00:00 6 maggio 2020|